Prestazioni

MEDICINA 

La medicina veterinaria si occupa di studiare la salute e le malattie degli animali domestici. Questa branca della medicina veterinaria include moltissime competenze, quali la medicina interna, la cardiologia, la dermatologia, la chirurgia, l’ortopedia, ecc.

RADIOLOGIA

La radiologia veterinaria fornisce immagini (vere, ricostruite o virtuali) dell’intera struttura dell’animale analizzato, allo scopo di fornire informazioni utili alla diagnosi.  Le informazioni fornite dalle immagini permettono di apprezzare eventuali microfratture, artrosi o piccole alterazioni degli arti degli animali.


ECOGRAFIA 

Le informazioni fornite dalle immagini permettono di apprezzare eventuali microfratture, artrosi o piccole alterazioni degli arti degli animali.


CHIRURGIA 


FISIOTERAPIA

La fisioterapia riabilitativa veterinaria allevia il dolore ed aiuta l’animale nel recupero post-traumatico / post-chirurgico o che sono stati sottoposti ad una lunga degenza.

Gli obiettivi che la fisioterapia si pone di raggiungere sono:

  • l’aumento del range di movimento delle articolazioni,
  • l’aumento del tono muscolare,
  • il miglioramento della coordinazione,
  • la diminuzione del dolore e dell’infiammazione,
  • il recupero dell’equilibrio e della giusta condizione fisica

OSTETRICIA

L’Area Ostetrica veterinaria si occupa principalmente della clinica del parto. Vengono studiate anche le problematiche legate alle varie forme di sterilità.

ESAMI DI LABORATORIO 

Le analisi di laboratorio, spesso ci danno risposte certe sullo stato di salute degli animali. Esse sono in grado di evidenziare problematiche di tipo, immunologico, virologico, microbiologico, citologico ed istologico.

Uno degli esami maggiormente richiesti è quello dell’emocromo (o esame emocromocitometrico), il quale serve a valutare la quantità delle cellule (globuli bianchi, rossi, piastrine) presenti nel sangue.

ANAGRAFE CANINA

L’anagrafe canina permette di  registrare e monitorare i dati anagrafici e sanitari degli animali attrarverso  l’introduzione sottocutanea di  un minuscolo microchip di forma cilindrica di 11 millimetri di lunghezza e 2 millimetri di diametro, rivestito di materiale biocompatibile, che viene iniettato sotto la cute dell’animale dietro l’orecchio sinistro con una speciale siringa sterile monouso, al suo interno contiene un codice numerico che identifica inequivocabilmente l’animale.

 

Un nuovo sito targato WordPress