Tutti gli articoli di Maurizio Marone

bravi-animali-286-1024x685

chirurgia della cataratta

Da più di 10 anni si segue la chirurgia della cataratta mediante facoemulsificazione del cristallino ed eventuale impianto di lenti intraoculari.
La tecnica chirurgica è stata costantemente modificata seguendo l’evoluzione delle conoscenze e degli strumenti. Lo stato dell’arte della chirurgia prevede l’anestesia con l’ausilio del bloccante neuromuscolare, la respirazione controllata ed assistita mediante l’utilizzo del ventilatore Dräger Fabius Gs, l’utilizzo del microscopio operatorio Zeiss Universal motorizzato e del facoemulsificatore Alcon Legacy Everest, vale a dire il massimo della tecnologia oggi disponibile.
Superata la visita clinica ogni intervento è sempre preceduto dall’approfondimento semeiologico elettroretinografico ed ecografico.

achille009-842x1024

Protesi d’anca

Dal dicembre 2013 con la supervisione di Slobodan Tepic della Kyon si segue l’impianto della protesi d’anca frutto degli studi dell’Università di Zurigo. Ad oggi la applichiamo nelle gravi displasie d’anca e nelle fratture del collo femorale.
Contemporaneamente stiamo perfezionando gli studi per la produzione di una protesi nazionale a più basso costo per estendere i vantaggi di questa fantastica tecnica a molti più pazienti ai quali oggi,per l’alto costo degli impianti, è preclusa.palazzo001

achille009

sterilizzazione endoscopica

sterilizzazione endoscopica

Dal 2012 l’intervento chirurgico di sterilizzazione (ovariectomia) viene eseguito nel cane solamente mediante la tecnica mininvasiva endoscopica.

La procedura consente di praticare la chirurgia solamente con l’accesso mininvasivo  attraverso due fori di pochi  millimetri  per il passaggio degli  strumenti endoscopici (ottica e bisturi a radiofrequenza). L’intera procedura viene seguita attraverso il monitor a  visione ingrandita ed estremamente definita  evitando così errori e sanguinamenti.

Vantaggi: sicurezza, precisione, velocità, minimo traumatismo e quindi riduzione massima del dolore e dell’anestesia, rapida ripresa postoperatoria. L’attuale ” golden standard” della chirurgia addominale. La chirurgia tradizionale non viene più eseguita nemmeno su richiesta!